Schermata 2021-12-11 alle 23.31.14.png

Prodotti locali, stagionali e a chilometro zero

Una piccola realtà a conduzione familiare immersa nel Parco del Ticino dove acquistare carne e salumi nostrani, frutta, verdura e molto altro

Affacciata sulla “Strata Mercatorum”, conosciuta a Casterno sotto il nome di via Monastero che, un tempo, conduceva a uno dei punti sopraelevati del borgo: la rinascimentale Cascina Monastero. 

Di proprietà della famiglia Cairati accoglie l'Azienda agricola da cui la Bottega ricava le proprie materie prime

    

Una delle ultime Botteghe Storiche della regione Lombardia, che ha mantenuto lo spirito rustico, tradizionale e genuino, sorprende per l'avanguardia dell'offerta, marcatamente a chilometro zero

Tra i prodotti d'eccellenza si trovano tagli di carne nostrana, il cinghiale selvatico del Parco del Ticino e il celebre Bacio di Mucca 

Nel 1954 Assuero Cairati e Rosa Grittini, già agricoltori, aprirono il primo negozio a Casterno, in via Monastero 19. Il figlio Giovanni, appreso il mestiere di prestinè a bottega, prima a Cassinetta e poi ad Abbiategrasso, diventa a 17 anni il primo panettiere: “Pane comune, di semola, di diversi tipi; facevamo il pane anche per le mense delle scuole”. Nel 1964 Giovanni rileva l’attività e nel 1972 la trasforma in minimarket introducendo la carne e altri prodotti; nel 1980 vengono aggiunti anche frutta e verdura. La carne e i salumi sono di produzione propria ma la macellazione avviene esternamente; è del 2000 il primo premio sezione zootecnica alla Fiera di San Maiolo. Attualmente, quattro dei sei figli del signor Giovanni (Veronica, Rosamaria, Lucia e Tato) lavorano in negozio e fanno parte della società insieme a Gianluca e Albino.